Un Matrimonio particolare a tema Giappone

Un Matrimonio particolare a tema Giappone

Gli sposi  :

Fernanda è una donna che ho imparato a conoscere man mano che il nostro rapporto si rafforzava, una donna con forti valori e diverse passioni. In particolare le camminate in montagna e la corsa, che l’hanno portata a conoscere il suo futuro marito: Raffaele. Le altre sue più grandi passioni sono la cultura Giapponese ed in particolar modo la cerimonia del tè…

Nasce l’idea

Proprio facendo acquisti di tè particolari nel suo negozietto preferito, è venuta a conoscenza di una location che sembrava fatta apposta per il loro matrimonio: Villa Paradeisos stava organizzando un evento a tema con la cerimonia del tè giapponese! Questa villa nascosta nel cuore di Varese ed immersa nel verde, racchiude nel suo parco un originale giardino giapponese, fatto costruire dai proprietari seguendo i canoni della cultura nipponica. Inutile dire che è stato amore a prima vista per lei ! Era inverno, e i due innamorati, freschi di fidanzamento, non si sono persi neanche uno dei numerosi eventi organizzati dalla villa, fino a decidere di confermarla scegliendo la data del 3 giugno per il loro matrimonio a tema Giappone. La prima cosa che ha fatto Fernanda è stata contattarci per organizzare l’evento e progettare tutto l’allestimento per il ricevimento, ma anche per la cerimonia, che si sarebbe celebrata in villa.

Prende forma il progetto

Dal nostro primo incontro mi è sembrata subito una persona con grandi sogni, ma che voleva restare con i piedi per terra. Qualcosa la tratteneva nella sua bolla… Ma con le nostre chiacchierate si apriva ogni volta di più e mi diceva: “avere qualcuno che mi guida e sapere che ci sarà sempre un occhio vigile il giorno del matrimonio mi rassicura! Mi fa affrontare i preparativi del matrimonio con tranquillità! ” Le idee scaturivano a fiumi, con un tema così particolare non poteva essere diversamente, almeno da parte mia! Ma per loro, lei esuberante e lui piu’ discreto, bisognava ricreare un’atmosfera particolarmente ricercata, ma allo stesso tempo conviviale ed intima: il numero di ospiti non sarebbe stato superiore ai 50 invitati. I colori avrebbero ripreso le tonalità di azzurro e blu, i suoi preferiti, ed illuminati da punte di bianco. La cerimonia era stata studiata davanti al giardino giapponese con composizioni che ricordavano l’ikebana e bianchi petali a terra ad accompagnare gli sposi verso l “altare”

La scelta del bouquet

Sicuramente il pezzo più interessante e particolare di questo matrimonio è stato il bouquet! Fino a due settimane prima dell’evento si parlava di un bouquet classico e di come renderlo più adatto alla sposa ed al tema. Per Fernanda era importante poterlo portare, dopo il matrimonio, sulle amate montagne dove giace la mamma e donare a lei ed al vento i suoi petali. Ricordo ancora la pausa pranzo ,quando ci incontrammo per definire il bouquet; fu lì che scoccò la scintilla con la proposta di qualcosa di veramente particolare: il ventaglio ! F :” non riuscivo ad immaginare nel dettaglio il risultato finale, ma mi fidavo di Michela. Quando arrivò quel giorno a consegnarmelo personalmente fu una sorpresa! Provai una forte emozione nel vederlo: aveva superato le mie aspettative, era unico e mi calzava a pennello! Anche portarlo sui monti e doverlo smontare (e lì notai il minuzioso lavoro che era stato fatto) non mi dispiaceva,era un modo di dargli una nuova vita “.  

I particolari

Utilizzando vari simbolismi, anzichè un solo particolare ripetuto per tutti gli ambienti, siamo riusciti a ricreare un’atmosfera in armonia con il tema e con il luogo e soprattutto che riprendesse i desideri degli sposi. L’idea della foglia di ginko sul tovagliolo, ricordava ai due innamorati il viale dove erano soliti correre o passeggiare insieme. Il suo significato è “unione e durevolezza” e per questo è stato scelto anche per la grafica delle partecipazioni.

 

Per la tavola imperiale abbiamo scelto la mise en place assieme al catering, Lanzarotti 1967, mettendo a punto un equilibrio di forme e colori , con porcellane bianche e tovagliato color grigio perla. Al centro della tavola, per tutta la lunghezza, abbiamo ricreato una sorta di giardino in stile ikebana, con ventagli vegetali che riecheggiavano il bouquet.

La confettata riprendeva il tema della cerimonia del tè, con teiere e tazze in fine porcellana contenenti i  bon bon nei gusti preferiti dagli sposi e la torta nascondeva un segreto: un morbido cuore blu! Sulla blue velvet, tanto desiderata da Fernanda, le nostre lettere personalizzate e fiori di ortensia e delphinium ,per il tocco finale.

Vi è piaciuta questa interpretazione tutta personalizzata ?

Se state per sposarvi Il consiglio è: lasciatevi guidare! potrete tirare fuori quello che è dentro di voi e che puo’ essere rappresentato solo da chi vi sa ascoltare veramente, nel profondo! ogni matrimonio ha una personalità ben distinta, Non accontentatevi di un allestimento fotocopia.

Michela – Fiore Antico Eventi

                           PS:  gioca con noi ! prova a scoprire quale sarà l’atmosfera al tuo matrimonio, fai il test 

  • Location: Villa Paradeisos – Varese
  • Foto: The Wedding Theory
  • Catering: Lanzarotti 1967

 

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Grazie infinte Michela! Hai reso meraviglioso il nostro giorno, io e mio marito te ne saremo sempre grati.

  2. …sembra banale dire che per me è stato un piacere, ma la realtà è che ogni esperienza, ogni evento,nella sua unicità ci arricchisce di esperienza .Quindi grazie a voi per esservi affidati ! con affetto. Michela

Lascia un commento